Come imparare ad utilizzare più spesso le mele in cucina

La saggezza popolare racchiusa nei proverbi non va mai sottovalutata. Ad esempio “una mela al giorno toglie il medico di torno” è vero perché questo frutto ha moltissime proprietà benefiche per il nostro organismo, infatti la mela è un rimedio naturale a molti problemi. La mela è costituita per circa l’85% da acqua e contiene pochissime proteine e grassi, ma ha una buona quantità di potassio, vitamina A e B, acido citrico e acido malico. È inoltre ricca di polifenoli; si tratta di antiossidanti naturali in grado di proteggere le cellule dall’invecchiamento cellulare e dalle infiammazioni. Pare che la mela aiuti a ridurre il rischio di malattie degenerative, cardiovascolari e tumorali. Altri studi rivelano che mangiare mele tutti i giorni aiuta a ridurre la possibilità di contrarre alcuni tipi di tumore, tra cui quello del cavo orale, del colon retto e della mammella.

E se hai bisogno di idee per utilizzare di più le mele in cucina, non solo nelle preparazioni dolci, visita subito il sito www.tortadimele.it dove trovi anche antipasti coma la torta salata salmone e mele, primi piatti come il risotto funghi porcini e mele, secondi piatti come costolette di vitello con mele e prugne e anche contorni come ad esempio l’insalata di cavolo cappuccio e mele e ovviamente ricette dolci per la torta di mele, la crostata di mele, lo strudel , i biscotti alle mele e molto altro ancora!

La torta di mele è un dolce classico, preparato in tutto il mondo, che ha assunto nel corso del tempo le caratteristiche tipiche dei luoghi in cui viene preparato. Infatti ogni ricetta utilizza le mele della propria zona o nella ricetta si trovano altri prodotti tipici come spezie, frutta secca, altra frutta di stagione, farine particolari etc. Infatti l’utilizzo delle mele nei dolci è praticamente diffuso ovunque: così possiamo trovare l’ apple pie americana oppure il più vicino strudel trentino. La torta di mele rimane soffice e cremosa, anche per qualche giorno, in modo da poterla consumare sia come dolce dopo pasto, come una sana merenda o anche per la prima colazione.