Camminare sicuri nel bosco

Quando affronti una passeggiata nel bosco vestiti con indumenti idonei, in particolare pantaloni lunghi, scarpe alte
e chiuse con suola antiscivolo e porta con te una mantella parapioggia. Nel bosco il terreno è spesso scivoloso e
sconnesso, capita di attraversare zone con rami bassi o piante urticanti o attraversare un piccolo ruscello. Inoltre, vento
e pioggia possono sostituirsi al sole piuttosto rapidamente nel corso della giornata! Coprire braccia e gambe evita la
possibilità di infezione da zecche.
ALCUNI CONSIGLI PER NON PERDERSI
Quando parti lascia sempre detto a qualcuno dove vai e qual’è il tuo itinerario. Se vieni colto dall’oscurità fermati e
attendi soccorso, oppure aspetta l’alba. La notte è ancora più buia nel bosco e di conseguenza è difficile orientarsi e vedere gli ostacoli.
STAI ATTENTO A DOVE METTI I PIEDI!
Nel terreno del bosco, spesso vicino a vecchie ceppaie, sono talvolta presenti nidi di vespe, queste però attaccano solo se vengono disturbate. In caso di allergia, porta sempre con te i medicinali necessari!
La vipera, se proprio non viene molestata o calpestata accidentalmente in genere fugge lontano ad ogni rumore;
in caso di morso provvedere a bloccare il sangue a monte della ferita stringendo con laccio emostatico e recarsi, senza
correre, al pronto soccorso più vicino. Sono disponibili anche rimedi omeopatici di buon effetto.
RACCOLTA DI FUNGHI
In Trentino, la raccolta di funghi è regolamentata da una legge provinciale; prima di partire informati presso il Comune
in cui risiedi. Raccogli i funghi correttamente, lasciando integri nel bosco quelli non commestibili e riponendo i funghi
mangerecci in contenitori idonei.
RACCOLTA DI FIORI ED ALTRE ERBE
I fiori di montagna appassiscono rapidamente, se proprio vuoi coglierne, limitati a pochi esemplari (non più
di cinque) scelti tra i più comuni, evitando le orchidee e le altre specie protette!
Se vuoi raccogliere piante spontanee commestibili, informati presso la stazione forestale o dal Custode Forestale del tuo
comune di residenza, la legge forestale del Trentino regola le specie e le quantità che possono essere raccolte.